VOCI DALLA TERRA: SUOLO, MUSICA E RADICI

Valorizzare il territorio, partendo dal territorio! Con questo mantra prende il via il nuovo esperimento culturale “Voci dalla terra”, in programma sabato 2 settembre alle Grotte di Pertosa-Auletta, che vede come protagonisti numerosi talenti del Vallo di Diano riuniti dalla Fondazione MIdA, da sempre impegnata nell’ottica di una crescita culturale e sociale del territorio.

L’iniziativa ha eletto come proprio leitmotiv le connessioni tra suolo e giovani, sottolineando l’incidenza che la consapevolezza delle radici territoriali e della risorsa “suolo” hanno sulle nuove imprenditorialità creative esistenti (dal settore food alle band emergenti). Tra queste, Officina83 di Sala Consilina, Be.Cool Disco di San Pietro al Tanagro e Joker 2.0 di Polla che – insieme alla Fondazione MIdA – hanno partorito l’inedito evento culturale.

Anche il logo dell’evento riflette artisticamente e simbolicamente il tema “Voci dalla terra”: il seme centrale rievoca il concetto di unità e continuità della vita, ed esplode a sua volta dalle grotte (montagna/terra) e dalle radici (attaccamento/identità).

Lo start è previsto alle ore 17.00 con visite gratuite al Museo del Suolo, dove alle ore 18.30 si terrà la tavola rotonda “Suolo: perché essere più consapevoli?” dedicata alle tante connessioni esistenti tra giovani e suolo. Dopo i saluti istituzionali del presidente della Fondazione MIdA, FrancescantonioD’Orilia e dei sindaci di Pertosa e Auletta, Michele Caggiano e Pietro Pessolano, ne parleranno insieme Antonio Di Gennaro, agronomo; Fabio Terribile, Dipartimento di Agraria Università degli Studi di Napoli Federico II;  Fabrizio Mangoni, Dipartimento di Architettura Università degli Studi di Napoli Federico II; Michele Buonomo, presidente Legambiente Campania; Giuseppe Orefice, presidente Slow Food Campania; Alex Giordano, Dipartimento di Scienze Sociali Università degli Studi di Napoli Federico II – Rural Hack. Concluderà Franco Alfieri, capo della segreteria del Presidente della Regione Campania. L’incontro sarà moderato dalla giornalista Francesca Caggiano. In questa occasione sarà possibile aderire alla raccolta firme “People4Soil”, la petizione dei Cittadini Europei (ICE) sostenuta da più di 500 associazioni che chiedono all’UE norme specifiche per tutelare il suolo, bene essenziale alla vita come l’acqua e l’aria.

A partire dalle ore 20.30 il palco nel piazzale delle Grotte di Pertosa-Auletta si animerà e vedrà susseguirsi band emergenti, presentate dallo speaker radiofonico Vito D’Orilia: il jazz melodico di Giuseppe Pucciarelli inaugurerà il main stage, a cui seguiranno i ritmi sperimentali del gruppo Noxilente e il rap creativo di Ness. Poi, sarà la volta del funk di Inception e del mix di stili musicali dell’Occasional Band. Infine, la musica energica del DJ Lello Coletta. Le band che si alterneranno sul palco sono unite da un unico fil-rouge: l’attaccamento al territorio e alle radici come punto di partenza per plasmare le proprie identità musicali.

Ma non solo musica: ci saranno aree dedicate al food&drink curato dalle tre straordinarie realtà del Vallo di Diano: Joker 2.0, Be.Cool Disco e Officina 83, da sempre impegnate nella valorizzazione del territorio.

E ancora videodocumentari, mostre, per una sempre maggiore consapevolezza che la Terra ha una voce e che possiamo e dobbiamo ascoltarla!

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.