Diversamente Speleo 2024

,

V edizione, grazie al Gruppo Speleologico del CAI di Salerno

Il Gruppo Speleo della sezione di Salerno del Club Alpino Italiano (G.S. C.A.I. SA), dal 2017, sceglie le Grotte di Pertosa-Auletta per la straordinaria iniziativa “Diversamente Speleo” e la data scelta per la V edizione è domenica 26 maggio 2024.

L’iniziativa nata nel 2011 dall’incontro tra lo Speleo Club di Forlì e 2 fratelli gemelli, entrambi con disabilità e incuriositi dalla passione per i siti ipogei di Teo Turci, speleologo per passione. Ed è così che in tutta Italia da quest’incontro si organizzano giornate dedicate a far vivere alle persone con disabilità l’emozione di entrare in una grotta. Come dice Turci sul suo sito “In grotta si impara tanto…ho costruito amicizie incredibili. Non importa se uno è veloce…l’ altro lento, se uno è bravo l’altro no, ciò che conta è stare insieme e crescere nella vera amicizia”.

In montagna vige la regola secondo la quale: “il più lento detta l’andatura del gruppo!” Non esistono gare, non ci sono premi all’arrivo. L’obiettivo non è raggiungere la cima ma portare a termine il percorso tutti insieme. La manifestazione, infatti, sarà incentrata sul tentativo di dimostrare che la bellezza della natura non conosce barriere e, se si superano gli ostacoli dentro di noi, si può raggiungere l’obiettivo. Qualcuno arriverà prima altri dopo ..ciascuno con il suo passo!

La manifestazione si propone l’intento di superare, grazie agli speleologi e volontari presenti, le barriere non solo fisiche ma soprattutto sociali che segnano il percorso della disabilità con l’auspicio che l’accesso a tali siti possa costituire la normalità.

Ed è con lo stesso spirito che il Gruppo Speleo-CAI Salerno, in collaborazione con la Fondazione MIdA, organizza questa giornata che negli anni ha regalato emozioni a bambini speciali e a persone che non erano mai entrata in una grotta. La manifestazione è patrocinata anche dalla Delegazione regionale Campania del Club Alpino Italiano, dalla Federazione Speleologica Campana, dal Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico della Campania, dall’Associazione “Ascoltami Onlus” di Polla, dall’“Associazione “Colibrì” di Caggiano, dal Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni e dai Comuni di Pertosa e Auletta.

I volontari

Prenderanno parte all’iniziativa numerosi gruppi speleologici e associazioni di volontariato che saranno di supporto alla visita: il G.S. CAI Napoli, il Gruppo Speleo G. Rama di Bagnoli Irpino, l’Associazione Speleologi Molisani, i volontari del C.N.S.A.S. Campania e i gruppi di Protezione civile GOPI di Caggiano, il Punto Onlus di Baronissi e Dedalo di Giffoni Valle Piana.

Le associazioni “Ascoltami” e Colibrì hanno dato la loro adesione all’evento con la partecipazione di circa trenta persone speciali. Tali associazioni, operanti sul territorio, con la loro presenza portano all’attenzione delle istituzioni le problematiche connesse alla disabilità e le carenze di risposta per queste persone nel territorio del Vallo di Diano. Sarà presente anche la Lega del Filo d’Oro, sostenitrice dell’iniziativa sin dalle sue prime edizioni e numerose altre associazioni che da sempre si occupano di disabilità ed inclusione.

Gli sponsor

Un particolare grazie agli sponsor che hanno reso possibile l’iniziativa: Duegi Sport, SIP&T, Tipografia Landi e Italiana Energia di Baronissi; il Pastificio Setaccioro di Cava de’ Tirreni; Pasticceria Elia di Giffoni Valle Piana; Biscottificio Calabrese, Caseificio Roberta e Bracigliano salumi di Bracigliano; Lina Brand, GB Agricola – Casa Barbato e Castello Winery di Avellino; Planet Horeca Specialist e il Banco Alimentare.

L’appuntamento per i partecipanti è previsto per domenica 26 maggio 2024 alle ore 10,00 nel piazzale antistante le grotte.

La giornata dopo la visita nel sito ipogeo si concluderà con un pranzo conviviale. È prevista la presenza di artisti di strada e cantastorie che intratterranno i bambini presenti.

Per ulteriori informazioni: Raffaella D’Angelo – GS CAI SA 3481317491

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *