Babele, lingue e linguacce: Negro Festival 2018

Negro Festival, giunto alla XXIII edizione

Sabato 25 e domenica 26 agosto 2018 i giardini delle Grotte di Pertosa-Auletta si animeranno di musica, cultura e allegria con la XXIII edizione del Negro Festival, tutto incentrato sul tema delle parole, delle lingue e dei linguaggi.

Protagonisti della serata del 25 saranno artisti del Vallo di Diano: UANMNESS che, con le sue storie di passione e di indipendenza, si sta facendo spazio nel mondo hip hop; NICOLA LINFANTE che, con il suo progetto “Black is beautiful”, ha radunato artisti per un viaggio nel mondo afro-reggae. L’esplorazione delle lingue e dei linguaggi continua con DANIELA PES, giovane artista sarda che lega una lingua così fortemente identitaria con l’universalità della musica elettronica.

Il palco del 26 sarà aperto dalla lingua del mare, dalla lingua utilizzata da chi lavora sul mare, il “Sabir”, con la PICCOLA BANDA IKONA, fondata dal musicista e ricercatore STEFANO SALETTI. Il viaggio tra le parole e la musica continuerà con l’artista che per primo ha legato la  tradizione cantautorale all’ hip hop: FRANKIE Hi-nrg mc, protagonista di un progetto altamente sperimentale, che lo vede eseguire il suo repertorio accompagnato da un DJ.
A chiudere la XXIII edizione toccherà alla storica band dei MODENA CITY RAMBLERS, che raccontano, attraverso le loro ballad, la storia delle ingiustizie, dei diritti e delle speranze.

Negro Grotte e non solo…

Percorsi underground: si potranno visitare le Grotte di Pertosa-Auletta, l’unico sito speleologico in Italia dove è possibile navigare un fiume sotterraneo, addentrandosi verso il cuore della montagna. Il fiume Negro (da cui deriva il nome del festival) nasce in profondità e offre un affascinante ed inconsueto viaggio in barca, immersi in un silenzio magico, interrotto soltanto dal fragore degli scrosci della cascata sotterranea.  Per le visite guidate in grotta è necessaria la prenotazione telefonando al numero 0975 397037 oppure qui!

A chi presenterà il biglietto del festival entro il 30 settembre 2018 verrà applicata una riduzione.

Museo del Suolo: 1.500 mq di esposizione coperta, unica in Italia, e con pochissimi similari in Europa e nel mondo, che propone un singolare itinerario di conoscenza dedicato alla terra, e più precisamente a ciò che avviene in quei tre metri, fondamentali per la vita sul nostro pianeta, che dalla superficie si portano in basso.

Visite guidate e gratuite dalle 10:00 alle 19.00. Prenotazione obbligatoria

Museo Speleo Archeologico: un allestimento che presenta al pubblico le peculiarità del giacimento archeologico esistente nelle Grotte di Pertosa-Auletta, in cui ci sono tracce di antichissime frequentazioni umane. Di notevole interesse risultano i resti di un impianto palafitticolo risalente al II millennio a.C.  A tale evidenza, oggi unica in Europa per la specificità del luogo che la ospita (una cavità naturale), sono dedicati videodocumentari e riproduzioni in scala reale e ridotta.

Visite guidate e gratuite dalle 10:00 alle 17.00. Prenotazione obbligatoria 

Rafting: nei pressi delle Grotte è possibile praticare attività sportive tra ambiente e avventura. In particolare, il MIdA 02 (dove si trova il Museo del Suolo) ospita il più grande centro dell’Italia meridionale di rafting, un’attività imperdibile immersi nella natura per vivere un viaggio adrenalinico ed entusiasmante in gommone nel fiume Tanagro. Prenotazione obbligatoria.

La Fondazione MIdA, inoltre, presenterà le sue novità e le sue attività: in particolar modo sarà allestita la mostra sugli incontri seminariali “Dialoghi di Storia” tenuti, negli ultimi mesi, dalla prof.ssa Rosanna Alaggio, in vari siti culturali e luoghi dell’anima nel Vallo di Diano.

Come ogni anno ad “insaporire” la serata gli stand di prodotti tipici.

Per informazioni e prenotazioni: 0975 397037

Scarica locandina