Il Museo del Suolo a Planta 2018

La Fondazione MIdA sarà presente alla VI edizione di Planta, la mostra mercato dedicata a piante e fiori che ha inizio domani 4 maggio 2018 e sarà aperta gratuitamente fino a domenica 6 maggio 2018 presso il Real Orto Botanico di Napoli.

Non poteva mancare il nostro stand in una tale manifestazione:  presenteremo le nostre attività turistiche e didattiche, ma anche di sensibilizzazione ambientale, tant’è che nel giorno dell’inaugurazione il Museo del Suolo sarà protagonista in un convegno dal titolo “Un Museo per il Suolo” durante il quale la Direttrice Scientifica della Fondazione MIdA, la prof.ssa Mariana Amato, dell’Università della Basilicata, insieme al dott. Antonio Di Gennaro, responsabile del paesaggio FAI, nonché curatore dei contenuti del museo spiegheranno perché la risorsa suolo è tanto importante da voler fare il primo Museo del Suolo in Italia in un piccolo paese di circa 700 anime. Il convegno avrà luogo alle ore 16.00 del 4 maggio 2018 nell’Aula Magna del Real Orto Botanico.

Il Museo del Suolo rappresenta la realizzazione di un progetto centrale nella visione e nella fisionomia della Fondazione MIdA e il suo obiettivo è svelare le molte dimensioni di una risorsa  primaria che è fondamentale conoscere e tutelare, ponendo l’attenzione su un sistema che sostiene la vita del pianeta, interagisce con la fisionomia dei paesaggi, con le caratteristiche dei prodotti agricoli e con la storia dell’uomo. Con il Museo del Suolo la Fondazione completa il suo percorso che porta dalla roccia alla pianta all’uomo, ed offre al visitatore un viaggio alla scoperta dei processi di formazione dei suoli, dei loro rapporti con gli ecosistemi, le comunità viventi ed i paesaggi, della interazione di lunga durata con le società umane. Lo fa con una molteplicità di  installazioni  e con strumenti multimediali, interattivi e di comunicazione.

Vi aspettiamo dal 4 al 6 maggio 2018 a Napoli e non dimenticate di accarezzare la “Pelle del Pianeta”

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *