Gli studi sulle ceramiche dell’età del bronzo

È stato pubblicato sul Journal of Archaeological Science (Reports, volume 31) un contributo sull’archeologia delle Grotte di Pertosa-Auletta dal titolo Characterization of Bronze age pottery from the Grotte di Pertosa-Auletta (Italy): Results from the first analysis of organic lipid residues, a firma di Antonio Pennetta, Daniela Fico, Maria Lucrezia Savino, Felice Larocca, Giuseppe Egidio De Benedetto.

Il documento scaturisce dagli studi avviati dal Centro Regionale di Speleologia “Enzo dei Medici” dopo l’ultimo intervento di ricerca nell’antro della cavità realizzato nel 2013 e sostenuto dalla Fondazione MIdA stessa.

Lo studio, effettuato in collaborazione con il Laboratorio di Spettrometria di Massa Analitica e Isotopica dell’Università del Salento, è scaricabile gratuitamente cliccando al seguente link: https://authors.elsevier.com/c/1aqq7,rVDBVRt5

Un tesoro che riserva ancora tante sorprese!

Diversi tipi di reperti ceramici, provenienti dall’antegrotta, sono stati selezionati e sottoposti a indagini chimiche, con l’obiettivo di verificare l’eventuale presenza di residui organici e di identificarne la natura.

Sono state utilizzate diverse tecniche per identificare i residui assorbiti dalla ceramica e per formulare ipotesi sugli usi e le funzioni dei manufatti, consentendo un ulteriore passo nella conoscenza dell’uso e delle attività che si svolgevano nelle Grotte durante l’età del bronzo.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *