Il corso di idrogeologia organizzato dal CAI

Lezioni di aula e lezioni pratiche durante la 3 giorni di studio, tra il Museo del Suolo, il fiume Tanagro e le Grotte di Pertosa-Auletta

Dal 21 al 23 giugno 2019 si è tenuto il Corso di idrogeologia e tecniche di tracciamento organizzato dalla Commissione O.T.T.O. Campania Speleologia, sotto l’egida della Scuola Nazionale di Speleologia del CAI – Club Alpino Italiano.

I partecipanti provenienti dalla Campania, ma anche dall’Umbria e dalla Puglia hanno assistito alle lezioni condotte dall’Istruttore Speleologo Gian Domenico Cella, utilizzando gli strumenti messi a disposizione dal laboratorio speleologico e di tecniche fluorometriche ETS di Gorizia. Oltre alle lezioni teoriche per la conoscenza base sull’idrogeologia in ambiente carsico, i partecipanti sono entrati nelle Grotte di Pertosa-Auletta per un’attività pratica sulle tecniche di tracciamento delle acque sotterranee.

Corsi come questo non solo sono importanti per le esplorazioni speleologiche in sé, ma consentono agli esperti di tracciare i percorsi delle acque sotterranee la cui conoscenza è fondamentale per prevenire dissesti idrogeologici. La conoscenza e la tutela della qualità e della quantità delle acque superficiali e sotterranee, la protezione dell’ambiente e degli ecosistemi connessi ai corpi idrici sono tra i principali obiettivi da perseguire nei prossimi anni, vista la crescente scarsità d’acqua e così come stabilito dall’IHP – Iternational Hydrological Programme,  programma scientifico intergovernativo dell’UNESCO che si propone di promuovere e diffondere la conoscenza scientifica, la formazione tecnica, l’educazione per una gestione idrica responsabile ed eco-sostenibile.