DIVERSAMENTE SPELEO 2019

, ,

“Ad ognuno il suo passo”

Il Gruppo Speleologico della sezione di Salerno del Club Alpino Italiano (G.S. C.A.I. SA) anche quest’anno ha organizzato la manifestazione dal titolo “Diversamente Speleo”. L’evento si propone, almeno per un giorno, di far avvicinare le persone con disabilità ad un mondo, la speleologia, che solitamente è a loro precluso. Svoltasi in partenariato con la Fondazione MIdA, con il Comune di Auletta e con il Comune di Pertosa, quest’anno la manifestazione si è concentrata sulle malattie dello spettro autistico, in particolar modo sulla sindrome di Asperger. Per questo motivo, fondamentale si è rivelata la collaborazione con l’associazione “Ascoltami Onlus”, presieduta da Giulia Iannuzzi.

La manifestazione

Sono stati circa trenta gli ospiti dell’evento, affetti da varie disabilità, dimenticate per un giorno a favore dello stare insieme e della condivisione di un’esperienza. Speleologi e disabili, infatti, per un giorno sono stati allo stesso passo, esplorando insieme le Grotte in nome dell’abbattimento delle barriere. Tema, questo, molto caro alla presidentessa dell’Associazione, che si batte per dare voce a tutti coloro che nel Vallo di Diano soffrono ogni giorno a causa di malattie invalidanti.

La manifestazione è stata patrocinata dalla Delegazione Regionale Campania del Club Alpino Italiano, dalla Federazione Speleologica Campana, dal Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico della Campania, dal Parco Nazionale Cilento, Vallo di Diano e Alburni e dai comuni ospitanti di Auletta e Pertosa. Dopo i saluti istituzionali, quelli della Fondazione MIdA e delle varie altre associazioni presenti ci si è spostati all’interno delle Grotte, superando insieme ostacoli e asperità del tragitto. Fedeli alla regola secondo cui in montagna “il più lento detta il passo” la visita si è svolta con un passo cadenzato, permettendo così a chiunque di godere delle bellezze sotterranee.

La giornata, allietata anche da gonfiabili e artisti di strada, si è conclusa con il taglio di una torta. La manifestazione, quest’anno, si è svolta alla memoria dello speleologo socio del CAI Vincenzo Sessa prematuramente scomparso.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *