Riapertura 2018 Grotte di Pertosa-Auletta e Musei MIdA

,

Dal 10 febbraio 2018 le Grotte di Pertosa-Auletta e i Musei MIdA riapriranno al pubblico

Dopo il consueto periodo di chiusura invernale, che ha consentito alla grotta di riposare e al nostro personale di effettuare i necessari interventi di manutenzione, finalmente le visite riprendono dal 10 Febbraio. Tante novità per il 2018, ma anche tante gradite conferme: una di queste è il Family Ticket, il biglietto riservato alle famiglie con bambini che vogliano visitare le grotte. Sul percorso completo il biglietto è gratuito per i bambini da 0 a 5 anni ed è di solo 1€ invece che 15€ per i ragazzi da 6 a 15 anni accompagnati da un genitore. Un piccolo gesto per permettere alle migliaia di famiglie che ogni anno ci fanno visita di vivere l’esperienza con maggiore spensieratezza.

Sapevi che oltre alle classiche visite turistiche, è possibile visitare le nostre Grotte come un vero speleologo, indossando scarponi, tuta e caschetto e inoltrandosi verso il cuore della montagna? È la nostra visita speleologica, un percorso nel tratto più nascosto e meno battuto delle Grotte, accompagnati da una guida esperta e con la sola luce delle torce ad illuminare il cammino. La visita speleologica è possibile solo su prenotazione al numero 0975 397037 o all’email prenotazioni@fondazionemida.it.

Siamo stati i primi in Italia ad aver organizzato nel suggestivo scenario sotterraneo eventi teatrali e, da oltre dieci anni, ospitiamo spettacoli di grande successo.

Quest’anno il cartellone è ricco come non mai, con ventiquattro serate che coprono tutto il 2018 e ben quattro spettacoli diversi in programma:
Cave of Spirits, l’innovativo musical che racconta un’appassionante storia d’amore tra due elfi, un viaggio spirituale al centro della grotta con sceneggiature in 3D e musiche originali,
Ulisse: Il Viaggio nell’Ade, tratto dall’Odissea, racconta la discesa agli inferi di Ulisse, alle prese con gli spettri del proprio passato e le speranze del proprio futuro,
Neverland, spettacolo ispirato a Peter Pan, tra epici duelli tra pirati e bimbi sperduti, scorribande all’arrembaggio della nave di Capitan Uncino e fiumi di rum,
Canto di Natale, con protagonista l’anziano e intrattabile Mister Scrooge e i tre spiriti del Natale: passato, presente e futuro.

Ci sarà un’avvincente novità: il Museo del Suolo ospiterà l’affascinante “La Tavola Celeste”, un’installazione multisensoriale che tra forme, olfatto, acustica, capacità generative consente fruizioni interdisciplinari e interattive. Ispirata dal testo di Francesco Niccolini “Il Grande Orologiaio”, reinterpreta quattrocento anni di studio del cielo, del tempo e della navigazione attraverso tentativi ed errori, uomini e scoperte che dal 1300 al 1700 hanno segnato la nostra visione del mondo e la percezione dell’uomo rispetto allo spazio e al tempo; 400 anni di scoperte astronomiche attraverso un tavolo apparecchiato con oggetti da cucina di ogni specie e provenienza. La Struttura ha girato con successo l’Italia ed è stata ideata e realizzata dall’Associazione Culturale La luna al guinzaglio nella sua officina creativa Il Salone dei Rifiutati ed è co-prodotta dal Polo Museale Regionale della Basilicata . Sarà inaugurata domenica 11 febbraio 2018 alle 10:30 e la visita sarà gratuita. L’allestimento sarà disponibile fino a metà aprile (prenotazione richiesta).

Oltre al Museo del Suolo, unico in Italia e a pochi metri dalle Grotte, riaprirà anche il Museo Speleo Archeologico, nel centro storico di Pertosa, che documenta e racconta in un mix di installazioni interattive un unicum europeo: l’eccezionale sito archeologico sommerso rinvenuto nelle Grotte, con il suo impianto palafitticolo sotterraneo, e le testimonianze di frequentazioni umane, perdurate dalla Preistoria al Medioevo.

Nel giorno dedicato all’amore, mercoledì 14 febbraio, poi, sarà possibile fruire della promozione KissTicket:  tutte le coppie che verranno in visita alle Grotte di Pertosa-Auletta pagheranno un solo biglietto anziché due per l’accesso.

Scegliete quello che più vi interessa, noi faremo di tutto per rendere emozionante la vostra visita!

 

Dialoghi di Storia

,
I “Dialoghi di storia” sono una serie di incontri seminariali voluti dalla Fondazione MIdA e curati dalla Prof.ssa Rosanna Alaggio, in collaborazione con la Rete dei Musei del Vallo di Diano, con i Forum dei Giovani e le Associazioni giovanili del territorio.
Partendo dalla convinzione che la Storia costituisca “la forma di conoscenza in cui si può sviluppare meglio la piena libertà della memoria” – come recita una riflessione di Aurelio Musi, storico e giornalista campano, gli incontri hanno l’obiettivo di stimolare un confronto sulla promozione e valorizzazione del patrimonio culturale del Vallo di Diano salvaguardandone la memoria collettiva.
Per questo motivo, gli incontri si terranno in alcuni dei Musei aderenti alla Rete, luoghi della memoria per antonomasia, non solo della cittadina in cui si trovano ma dell’intero comprensorio territoriale, di cui sono espressione integrante.
Protagonisti attivi saranno soprattutto i giovani, eredi del patrimonio del passato e artefici di un futuro auspicabilmente più consapevole.
Il ciclo di seminari è organizzato con il patrocinio dei Comuni e della Regione Campania, Assessorato allo sviluppo e promozione del Turismo.

Scarica il calendario degli incontri!

Un museo per il suolo

Sabato 20 gennaio 2018 alle ore 11.00 presso Casa Ascione, Galleria Umberto I a Napoli il Museo del Suolo sarà protagonista della prima di una serie di conferenze organizzate dal FAI Campania dal tema “La base della vita”. A spiegare perché la risorsa suolo è tanto importante da voler fare il primo Museo del Suolo in Italia in un piccolo paese di circa 700 anime sarà la Direttrice Scientifica della Fondazione MIdA, la prof.ssa Mariana Amato, dell’Università della Basilicata, insieme al dott. Antonio Di Gennaro, responsabile del paesaggio FAI, nonché curatore dei contenuti del museo.

Il Museo del Suolo, unico in Italia, uno dei pochi in Europa, racconta in maniera multimediale ed interattiva quella che abbiamo definito “la pelle del nostro pianeta”, così importante da rispettare, salvaguardare e “accarezzare”, perché come scrive Olivier Asselin sul sito della FAO: “Il suolo è dove tutto ha inizio. Pochi sanno che i terreni sono una risorsa non rinnovabile. Ci vogliono più di 1000 anni per produrre 1 cm di terreno. Ciò significa che nella nostra vita, tutto il suolo che vediamo è tutto ciò che c’è. I terreni fanno cose incredibili per noi che a volte diamo per scontate. Sostengono la produzione alimentare, filtrano la nostra acqua, sono la fonte delle nostre medicine e ci aiutano a combattere e ad adattarsi ai cambiamenti climatici.”

 

La Tavola Celeste

La Fondazione MIdA ha, sin dalla sua istituzione, messo alla base di ogni sua proposta turistica e didattica la ricerca scientifica e la divulgazione: rientra  in quest’ottica anche l’exhibit “La Tavola Celeste” che verrà ospitata nel Museo del Suolo dal 10 febbraio al 16 aprile 2018.

Chiusura Grotte e Musei MIdA

E’ arrivato il momento di mettere un po’ a riposo le Grotte di Pertosa-Auletta: è stato un 2017 pieno di soddisfazioni grazie ai numerosi visitatori, ma è necessario che le grotte vivano il loro fermo biologico. In questo modo daremo la possibilità ai principali abitanti del sito ipogeo, i pipistrelli, di godere in tranquillità del loro letargo e vedremo un ripopolamento delle colonie che sostano nelle grotte, così utili per l’ecosistema esterno
Stesso intervallo vivranno i Musei MIdA, il Museo del Suolo ed il Museo Speleo Archeologico, e sarà il momento di compiere piccoli e grandi lavori di manutenzione che ci permetteranno di offrire ai visitatori servizi e spazi sempre più accoglienti!
Questo periodo di fermo sarà anche dedicato alla programmazione di consolidate e nuove iniziative, in primis lo speleomusical “Cave of Spirits”!
Vi auguriamo un buon 2018 e vi diamo appuntamento al 10 febbraio 2018.
Per qualsiasi comunicazione e richiesta di informazioni, gli uffici saranno aperti dal lunedì al venerdì dalle ore 10.00 alle ore 15.00 e i responsabili saranno pronti a rispondere alle vostre richieste.

Il Museo del Suolo al Campania Experience

Domenica 17 dicembre la Fondazione MIdA prenderà parte all’iniziativa “CAMPANIA EXPERIENCE: EMOZIONI DI ALTRI MONDI”, in programma da venerdì 8 dicembre a Napoli, tra piazza Municipio e il Maschio Angioino.

La kermesse propone un viaggio attraverso l’agricoltura, l’artigianato e la musealità minore, di cui il Museo del Suolo (MIdA) rappresenta un’eccellenza.

La Mostra Mercato ospiterà ben 35 aziende della gastronomia e dell’artigianato, che si proporranno e si racconteranno.

Lo storytelling, attraverso le più suggestive esperienze agricole (es. l’antica soppressata nella cera, di memoria borbonica), le più irripetibili esperienze artigianali (es. la chitarra battente), le musealità minori (il museo degli antichi giochi di Massicelle, il museo del suolo di Pertosa), rappresenterà un momento di approfondimento sul turismo esponenziale.

 

Nel corso dell’evento saranno presentate le più interessanti buone pratiche di storytelling, tra cui quella della Fondazione MIdA e del Comune di Pertosa.

In particolare, domenica 17 dicembre alle ore 18,00 si terrà il convegno “MODELLI DI SVILUPPO LOCALE”. Nella prima parte, ci sarà un focus su “Pertosa e le sue eccellenze“. Interverranno il sindaco di Pertosa, Michele Caggiano per illustrare le buone pratiche e le eccellenze del piccolo borgo, tra cui il Carciofo Bianco, e il presidente della Fondazione MIdA, Francescantonio D’Orilia, che testimonierà la best practice e il progetto “Museo del Suolo“.

L’Evento è stato ideato ed organizzato dall’Associazione Campania Experience7, nata con l’obiettivo specifico di valorizzare l’esperienza legata alle antiche produzioni e all’artigianato di eccellenza della Campania, nonché alla elaborazione di micro-sistemi di sviluppo locale.

Al Museo del Suolo corso sulla sicurezza alimentare

,

Venerdì 1 dicembre 2017, a partire dalle ore 9.00, presso il Museo del Suolo a Pertosa, si terrà il corso per volontari e operatori A.C. “Sicurezza Alimentare delle mense nelle aree d’accoglienza” a cura del Cervene – Centro Regionale di Riferimento Veterinario per le Emergenze non Epidemiche. Il corso proseguirà sabato 2 dicembre a Caggiano, presso il municipio.

La due giorni è riservata con priorità assoluta ai medici e ai veterinari componenti di unità di crisi e/o impegnati in azione H 4 del PRP.

La sicurezza alimentare sulle mense delle aree di accoglienza gestite dalle associazioni di volontariato di Protezione Civile in caso di evento calamitoso (terremoto, alluvioni..) è fondamentale sia per assicurare alle popolazioni assistite la dovuta sicurezza alimentare, evitando così tossinfezioni alimentari, sia ai soccorritori che devono garantire efficienza ed efficacia durante i soccorsi.

Questo corso, promosso da SODALIS – Centro Servizi per il volontariato della Provincia di Salerno e dal CeRVEnE – Centro di riferimento Regionale per le Emergenze Veterinarie non Epidemiche, ha l’obiettivo di favorire una migliore collaborazione tra rappresentanti delle Autorità Competenti e i volontari di Protezione Civile impegnati nella gestione delle mense nelle aree di accoglienza.

Per info contattare la segreteria organizzativa:

Ufficio Formazione IZSM

Tel. 081 7865218-309

formazione@cert.izsmportici.it

Cave of Spirits: torna lo SpeleoMusical nelle Grotte

,

A Natale ritorna “Cave of Spirits“, l’appuntamento con l’innovativo SpeleoMusical dei Grieco Brothers nelle Grotte di Pertosa-Auletta!

Il musical nel sottosuolo racconta un’appassionante storia d’amore tra due elfi attraverso un viaggio spirituale al centro della grotta.

Spettacolo assolutamente unico, “Cave of Spirits” grazie alla perfetta armonia tra attori, colonna sonora, immagini, video, luci, colori, conduce lo spettatore in un viaggio affascinante nelle Grotte, riportandolo indietro nel tempo per poi giungere di nuovo ai giorni nostri.

Il calendario degli spettacoli seguirà questa programmazione:

8 dicembre, 4 spettacoli alle ore 18.30, 19.30, 20.30, 21.30

9 dicembre, 4 spettacoli alle ore 18.30, 19.30, 20.30, 21.30

29 dicembre, 4 spettacoli alle ore 18.30, 19.30, 20.30, 21.30

30 dicembre, 4 spettacoli alle ore 18.30, 19.30, 20.30, 21.30

6 gennaio, 4 spettacoli alle ore 18.30, 19.30, 20.30, 21.30

Biglietto: prezzo promozionale Natale 2017: € 25,00 a persona

Prezzo promozionale gruppo: 10% di sconto previa prenotazione telefonica allo 0975397037 o via email a marketing@fondazionemida.it

Altre info sul sito Cave of Spirits o sulla pagina Facebook

 

 

Archeologia delle Grotte: lunedì 27 novembre presentazione degli atti del convegno Tra Pietra e Acqua

Si terrà lunedì 27 novembre, alle ore 18, presso l’Auditorium del Museo Speleo Archeologico a Pertosa, la presentazione degli atti del convegno “Tra Pietra e Acqua”, incentrato sulle ultime ricerche speleologiche condotte nelle Grotte di Pertosa-Auletta sotto la direzione di Felice Larocca, che riprendono le fila delle prime indagini condotte nell’Ottocento.

Quando – spiega l’archeologo Felice Laroccanel settembre del 1897, il medico e naturalista di Caggiano, Paolo Carucci, si recò a visitare l’ingresso della maestosa caverna affacciata sulla valle del fiume Tanagro, rinvenendo frammenti di rozza ceramica e vari resti ossei, iniziava una vicenda archeologica che, ancora oggi, è viva e foriera di importanti informazioni scientifiche sul più antico popolamento umano della Campania interna. Le Grotte di Pertosa-Auletta, infatti, rappresentano una cavità naturale di grande importanza dal punto di vista archeologico con tracce di frequentazioni umane avvenute, pur con alcune interruzioni, nel corso degli ultimi 40.000 anni.

Dopo le prime ricerche condotte tra fine dell’Ottocento e primi del Novecento, la completa sommersione del giacimento archeologico all’interno di un bacino idrico artificiale ha di fatto congelato ogni ulteriore indagine fino al 2004. “A partire da quest’anno, e poi in seguito in altre occasioni fino al 2016 – aggiunge il presidente MIdA Francescantonio D’Oriliagli archeologi hanno avuto la possibilità di tornare ad esplorare e documentare il deposito di natura antropica della cavità, tutto ciò grazie alla precisa volontà della Fondazione MIdA di approfondire la conoscenza dell’archeologia della grotta e di impreziosire sempre più le risorse informative del locale Museo Speleo Archeologico”.

E proprio sui risultati di questi nuovi interventi sono incentrati gli atti del convegno TRA PIETRA E ACQUA. ARCHEOLOGIA DELLE GROTTE DI PERTOSA-AULETTA, tenutosi il 21 e 22 ottobre 2016, che saranno presentati il prossimo lunedì presso il Museo speleo-archeologico di Pertosa. Gli atti sono stati raccolti in un volume, curato da Felice Larocca e costituito da dodici saggi a firma di differenti autori sulle ricerche moderne.

Per una precisa politica di diffusione delle conoscenze sul sito, l’opera viene ceduta gratuitamente dalla Fondazione MIdA a biblioteche di Enti di ricerca e Università (non a privati o a singoli) effettuando scambio bibliografico con altre pubblicazioni scientifiche.

Interverranno all’incontro: Michele Caggiano, Sindaco di Pertosa; Pietro Pessolano, Sindaco di Auletta; Francescantonio D’Orilia, Presidente della Fondazione MIdA; Felice Larocca, Università degli Studi di Bari “Aldo Moro” e Centro Regionale di Speleologia “Enzo dei Medici”; Anna Di Santo, Responsabile Settore Archeologico della Soprintendenza Archeologica, Belle Arti e Paesaggio di Salerno e Avellino.

AGTI: 6 grotte, 30 partecipanti al corso sulla comunicazione

6 grotte (Antro del Corchia, Lucca-Is Zuddas, Cagliari-Su Mannau, Carbonia Iglesias, Torri di Slivia e Gigante, Trieste-Baredine, Croazia e Grotte di Pertosa-Auletta) per un totale di circa 30 partecipanti sono state le protagoniste di un nuovo corso di formazione promosso da AGTI-Associazione Grotte Turistiche Italiane, la cui presidenza è stata affidata alla Fondazione MIdA con Francescantonio D’Orilia.

Un altro successo formativo, dunque, che ha avuto l’obiettivo di approfondire varie tematiche legate al mondo ipogeo ed alla sua fruizione, alla comunicazione dello stesso in maniera scientifica ed appassionante, non tralasciando le varie peculiarità della gestione, dell’ amministrazione e dell’organizzazione di una grotta turistica.

Il corso, giunto alla VIII edizione, ha proposto anche un approfondimento del concetto di comunicazione legato alla figura della guida, principale interprete dello spettacolo della grotta turistica. E proprio la guida deve riuscire a rappresentare al meglio un copione fatto di informazioni, storia e  suggestioni.

La guida, del resto, è una delle voci della grotta, quella decisiva, perché … parla. Le grotte, se non si è geologi, naturalisti o speleologi possono sembrare tutte uguali. Cosa fa la differenza? Il racconto della grotta che è la presentazione sul web, sui social, nei testi  dei libri o dei flyer. E alla fine, è il racconto della guida che diventa la grotta, coi contenuti che trasmette, con la capacità di entrare in sintonia e relazione.

“Il tema affrontato – spiega il presidente AGTI e MIdA D’Orilia – è fondamentale, perché il rapporto con la guida è decisivo nella valutazione di una visita, che traduce la qualità di una gestione e pone le premesse per positive evoluzioni”.

Il corso si è svolto nei giorni 17,18,19 novembre presso le Grotte di Su Mannau – Fluminimaggiore (SU).