Cosa succede quando si fermano le visite in grotta?

Ogni anno, la Fondazione MIdA sospende le attività a gennaio, e per oltre un mese, per il fermo biologico: la grotta chiude alle visite per permettere la rigenerazione dell’habitat, ristabilendo le naturali condizioni di buio e di assenza dell’uomo nella cavità, favorendo il riequilibrio naturale dei fattori abiotici e della straordinaria vita che popola questi ambienti.

Tutto ciò è di fondamentale importanza per migliorare la resilienza dell’ecosistema grotta, ovvero la capacità di tollerare eventi di disturbo e di ristabilire le funzioni e i processi naturali velocemente.

Gli indicatori biologici e chimico-fisici che indicano lo stato dell’ecosistema sono costantemente monitorati e la Fondazione MIdA già opera per ridurre al minimo l’impatto delle visite turistiche (ingressi limitati, illuminazione controllata, centraline di monitoraggio, chiusura di alcuni ambienti più fragili), ma questi giorni di fermo forzato non possono che far bene.

Insomma, non tutti i mali vengono per nuocere!

A causa di questo stop le Grotte intanto riposano e si rigenerano. Avremo tutto il tempo per studiare gli effetti del fermo prolungato per una migliore comprensione dei processi ecologici che caratterizzano questi ambienti così particolari, essenziale per valutare nuove prospettive di conservazione a lungo termine dei siti speleologici e progettare strategie sempre più efficaci volte ad una gestione sostenibile del turismo in grotta e alla tutela degli ecosistemi sotterranei.

Arriva la primavera con le “Domeniche delle Grotte”

Ritorna l’iniziativa “Le Domeniche delle Grotte” dedicata ai residenti nei Comuni del Vallo di Diano, della Valle del Tanagro e degli Alburni. Come nel mese di novembre 2019 la Fondazione MIdA vuole, riconoscendo l’ingresso gratuito alle Grotte di Pertosa-Auletta, dare l’opportunità a chi, pur abitando a pochi chilometri di distanza, non ha mai visitato l’unica grotta in Italia ad essere attraversata da un fiume sotterraneo navigabile.

I Comuni coinvolti sono Aquara, Atena Lucana, Auletta, Bellosguardo, Buccino, Buonabitacolo, Caggiano, Casalbuono, Castelcivita, Controne, Corleto Monforte, Monte San Giacomo, Montesano sulla Marcellana, Ottati, Palomonte, Padula, Pertosa, Petina, Polla, Postiglione,Ricigliano, Romagnano al Monte, Roscigno, Sala Consilina, Salvitelle, San Gregorio Magno, San Pietro al Tanagro, San Rufo, Sant’Angelo a Fasanella, Sant’Arsenio, Sanza, Sassano, Serre, Sicignano degli Alburni, Teggiano.

Gli orari delle visite sono consultabili qui!

INFO E PRENOTAZIONI
Ogni visitatore dovrà corrispondere € 1,00 per la copertura assicurativa, ad esibizione della carta di identità. La prenotazione è obbligatoria al numero 0975397037 o via email all’indirizzo prenotazioni@fondazionemida.it

Tra amore e vita: il bacio e la sorgente

Gli amici de “Il Vallo perduto” di Italia2 TV inaugurano la seconda stagione con una visita nel cuore delle nostre Grotte. Protagonisti l’ormai famoso bacio tra stalattite e stalagmite e la sorgente sotterranea.

Non perdetevelo.

Il Vallo perduto – Amore e Vita

Il Vallo perduto – Amore e Vita#grottedipertosaauletta #mida #ilbacio #ilvalloperduto #vallodidiano #pertosa #auletta

Posted by Italia Due on Thursday, February 13, 2020

Resto a Sud. Incontro con Invitalia

Giovedì 20 febbraio 2020 a partire dalle ore 10.30 presso l’Auditorium MIdA 01 a Pertosa si terrà un importante seminario tecnico con i responsabili di Invitalia sulle agevolazioni Resto al Sud, l’incentivo che sostiene la nascita di nuove attività imprenditoriali nelle regioni del Mezzogiorno.

Il workshop, organizzato da Jobiz Formazione e in collaborazione con la Fondazione MIdA e la Fondazione Ampioraggio, consentirà ai partecipanti di avere una analisi di fattibilità delle richieste di finanziamento, prenotando un appuntamento one-to-one all’indirizzo info@jobizformazione.com e indicando Nome e Cognome, Ragione sociale dell’azienda (eventuale), idea progettuale e tema dell’investimento.

Resto al Sud è rivolto agli under 46 residenti in Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna, Sicilia e nelle aree del Centro Italia colpite dai terremoti del 2016 e 2017, che vogliono sfruttare l’occasione di finanziamenti per lo sviluppo imprenditoriale in tanti ambiti e settori di investimento così da realizzare i propri sogni e idee.

Prima di affrontare l’importante workshop pomeridiano è possibile, previa prenotazione, visitare le Grotte di Pertosa-Auletta, il Museo del Suolo e il Museo Speleo Archeologico secondo il programma seguente:

Vi aspettiamo in tanti per cogliere insieme questa opportunità.

Per maggiori informazioni: 0975 397037 – info@fondazionemida.it

Riapertura delle Grotte di Pertosa-Auletta

Il 14 febbraio 2020 riaprono le Grotte di Pertosa-Auletta, il Museo del Suolo e il Museo Speleo-Archeologico.

Dopo la consueta chiusura invernale, necessaria per le opportune operazioni di manutenzione e soprattutto per garantire il fermo biologico della grotta, in occasione del weekend di San Valentino, la festa degli innamorati, l’intero sistema MIdA riapre al pubblico.

Torna anche quest’anno il #KissTicket: tutte le coppie che verranno in visita alle Grotte pagheranno un solo biglietto anziché due.
Per usufruire della promozione chiediamo agli “innamorati” di scambiarsi un gesto d’affetto in biglietteria: un bacio appassionato, un abbraccio disinteressato o una carezza affettuosa, piccoli gesti per celebrare ogni forma d’amore.

Non sarà necessario essere fidanzati o sposati infatti, hanno diritto alla promozione amici, amanti, coppie genitori-figli o nonni-nipoti, anche suocera-genero o maestro-discepolo.

La promozione è valida solo il 14, 15 e 16 febbraio e non cumulabile con altre agevolazioni.

Per info e prenotazioni 0975397037 o prenotazioni@fondazionemida.it

Puliamo il buio 2020

Sabato 1 febbraio 2020, durante il consueto periodo di chiusura delle Grotte di Pertosa-Auletta, la Fondazione MIdA, ha organizzato il primo evento del 2020 di Puliamo il Buio, iniziativa della Società Speleologica Italiana legata da ormai tredici anni all’iniziativa Legambiente Puliamo il Mondo. Insieme allo staff della Fondazione i soci del Gruppo Speleo Alpinistico Vallo di Diano, del Gruppo Speleologico Melandro, del Gruppo Speleologico Natura Esplora, del Gruppo Speleologico Vespertilio CAI Bari, del Gruppo Speleologico Castel di Lepre, del Gruppo Speleologico CAI Napoli e del CARS Centro Altamurano Ricerche Speleologiche, con il patrocinio della Federazione Speleologica Campana.

Locandina PiB 2020

La giornata, iniziata alle 9.00, ha visto i 20 speleologi e lo staff MIdA impegnati a recuperare minuscoli materiali, soprattutto residui dei lavori all’impianto illuminotecnico, nei luoghi più nascosti delle Grotte di Pertosa-Auletta. Dopo due ore di lavoro e un pranzo in allegria la giornata è continuata con una lezione, tenuta da Ferdinando Didonna, sulle relazioni fra grotte, speleologia e gli obiettivi di sviluppo sostenibile.

Insieme a Francescantonio D’Orilia, presidente della Fondazione MIdA, ha dato il via a questa giornata Vincenzo Martimucci, presidente della Società Speleologica Italiana, sottolineando che la collaborazione tra grotte turistiche e speleologia punta ad un unico obiettivo: conoscere il mondo sotterraneo, farlo conoscere al grande pubblico e tutelarlo.

NARES LUCANAE – Nuove sintesi tra arte, tecnica e natura

Venerdì 24 gennaio 2020 a partire dalle ore 14.30 si terrà un importante seminario tecnico sull’incontro tra i materiali naturali e la progettazione digitale che porta, nell’ambito delle costruzioni, a sperimentazioni cariche di innovazione, in sintonia con i dettami della sostenibilità e allo stesso tempo in linea con le audaci composizioni organiche dell’architettura odierna.

Programma Nares Lucanae 24 gennaio 2020

Il seminario è organizzato dagli Ordini degli Ingegneri e dagli Ordini degli Architetti di Salerno e di Potenza , in collaborazione con la Fondazione MIdA, il Comune di Auletta, il Comune di Pertosa, BACAS (Borghi Antichi Cultura Arte Scienza)

Si svolgerà in due momenti: il primo, alle 14.30 all’Auditorium MIdA 01 a Pertosa, sarà strettamente tecnica e vedrà protagonisti l’architetto Rossella Siani, fondatrice e direttrice di VAHA, e Stefan Pollak, presidente dell’Associazione AK0 – architettura a kilometro zero. Entrambi collaboratori di BACAS, illustreranno il progetto Digital Nature con esempi sperimentali realizzati prevalentemente in terra cruda e bambù e progettati con sofisticati software per il controllo algoritmico. Il secondo momento, alle 19.00 nel Palazzo Storico – Monumentale “Jesus” ad Auletta, sarà di presentazione del progetto “Digital Bamboo” con Pietro Costa, fondatore e direttore di BACAS.

Digital Bamboo

Si inaugurerà la mostra NARES LUCANAE. Materiali naturali + progettazione algoritmica: nuove sintesi tra arte, tecnica e natura. La mostra nasce da una prima collaborazione tra la Fondazione MIdA e BACAS e il palazzo dello Jesus, sede istituzionale della Fondazione, ospiterà un progetto site specific, concepito da BACAS proprio per l’edificio monumentale. Con la mostra avrà l’avvio un LAB di costruzione di una forma in bambù risultante da una progettazione algoritmica, la prima in Italia.

L’appuntamento è per il 24 gennaio 2020!

Per maggiori informazioni: 0975 397037 – info@fondazionemida.it

Chiusura 2020 delle Grotte e dei Musei MIdA

Da martedì 7 gennaio a giovedì 13 febbraio 2020 le Grotte di Pertosa-Auletta rispetteranno il consueto periodo di fermo biologico, a chiusura di un anno ricco di soddisfazioni grazie ai tanti visitatori e pieno di iniziative.

Con il fermo le Grotte e i loro abitanti avranno modo di rigenerarsi e questo periodo consentirà a noi di svolgere i necessari lavori di manutenzione delle barche, dell’impianto illuminotecnico e dei camminamenti.

Stesso intervallo di chiusura verrà rispettato dai Musei MIdA, il Museo del Suolo ed il Museo Speleo Archeologico: sarà il momento di effettuare attività conservative e di realizzare nuovi allestimenti!

In questo periodo gli uffici resteranno aperti, per rispondere a tutte le vostre esigenze e richieste, dal lunedì al sabato dalle ore 10.00 alle ore 16.00.

Vi auguriamo un buon 2020 e vi diamo appuntamento al 14 febbraio 2020!

La FAO premia il Museo del Suolo

,

Ieri 5 dicembre 2019 in occasione della Giornata Mondiale del Suolo, istituita nel 2013 dalla FAO, il presidente Francescantonio D’Orilia ha partecipato all’evento ufficiale tenutosi a Roma allo Sheikh Zayed Centre. Il Worl Soil Day nasce con l’obiettivo di promuovere un partenariato globale nella lotta alla protezione del suolo e ad un suo utilizzo sostenibile. L’evento, promosso a livello mondiale, è uno strumento per informare la popolazione mondiale sul ruolo essenziale che il suolo svolge nella vita di tutti i giorni dalla produzione alimentare alla fornitura di acqua, dalla regolazione del clima alla salvaguardia degli ecosistemi e della biodiversità. La campagna 2019 ha come slogan Stop soil erosion, Save our future vuole ulteriormente sensibilizzare sull’importanza di sostenere ecosistemi sani, incoraggiando governi, organizzazioni, comunità e individui in tutto il mondo a impegnarsi nel miglioramento della salute del suolo.

Il presidente della Fondazione MIdA ha incontrato Maria Helena Semedo, Direttore Generale del Dipartimento Clima e Risorse Naturali, Eduardo Mansur, direttore della Divisione Terra e acqua, Thanawat Tiensin, Rappresentante della Thailandia nella FAO, ma soprattutto ha incontrato Ronald Vargas, Segretario del Global Soil Partnership, Dipartimento Terra e Acqua.

Ronald Vargas ha consegnato per il Museo del Suolo l’opera d’arte “Il mondo di Carta”. L’opera, un omaggio al Maestro Michelangelo Pistoletto, rientra nelle attività di comunicazione del Global Soil Partnership di unire scienza e arte: è un mondo di cartapesta, supportato da una colonna di terra che si sgretola, proprio a mostrare quanto delicato sia il nostro Pianeta ed il suolo.

Il Museo del Suolo, attraverso strumenti tradizionali ed innovativi, vuole far conoscere alle numerose scolaresche che lo visitano la straordinaria risorsa che è il suolo e il “Mondo di Carta” sarà, così come auspicato dalla FAO, un ulteriore strumento divulgativo e didattico, nonché uno stimolo per la Fondazione a mettere in campo sempre più attività di ricerca e di divulgazione. La Fondazione, infatti, ha messo in campo negli anni varie attività di ricerca sull’agricoltura, sull’uso delle piante per tingere i tessuti, e ha supportato la raccolta firme People4Soil, così come l’anno scorso ha realizzato un video con i bambini delle Scuole Elementari di Auletta e Pertosa.

La giornata di ieri è stata ricca di riflessioni e spunti e si è conclusa con un momento di speranza e allegria con i bambini del Coro di Piazza Vittorio.

Continua il tour della mostra fotografica su Ernesto Guevara

,

La mostra “I viaggi e i libri di Ernesto” a Foggia

Sarà inaugurata domani 6 dicembre 2019 alle ore 19.15 presso il Palazzo Dogana a Foggia, sede della Provincia di Foggia e della Galleria Provinciale d’Arte moderna e contemporanea, la mostra fotografica “I viaggi e i libri di Ernesto”.

Ad anticipare l’inaugurazione, alle ore 17.30 ci sarà una conversazione su “Ernesto Che Guevara: la formazione di un rivoluzionario” alla presenza di Maria Victoria Guevara Erra e Ana Maria Erra de Guevara, seconda moglie di Ernesto Guevara Lynch, padre del Che.

La mostra, ideata dal CelChe – Centro de Estudios Latinoamericano Ernesto Che Guevara è organizzata dalla Fondazione MIdA in collaborazione con la Provincia di Foggia, dalla Galleria provinciale d’arte contemporanea, da Arci Solidarietà Foggia, dalla Fondazione dei Monti Uniti di Foggia, dal Polo Biblio Museale di Foggia e da A.P.S. Ce.S.eVo.Ca. Centro Studi e Volontariato di Capitanata.

La mostra sarà esposta dal 6 dicembre 2019 a 7 gennaio 2020 e sarà visitabile dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 13.00, mentre il sabato e la domenica dalle ore 18.00 alle ore 20.00.

L’ingresso è libero e gratuito.