Dialoghi di Storia 2020: ultimo appuntamento

, ,

Dialoghi di Storia è la serie di incontri seminariali nata nel 2018, anno di inizio della collaborazione della professoressa Rosanna Alaggio con la Fondazione MIdA diventandone la curatrice. La professoressa Rosanna Alaggio, docente di Storia Medievale presso l’Università del Molise, chiuderà venerdì 18 dicembre 2020 alle ore 18.00 la speciale edizione online dei Dialoghi di Storia. Dopo aver introdotto i precedenti seminari, approfondirà il tema della “Strategia del controllo territoriale nell’amministrazione federiciana”.

DdS 18 dicembre 2020

Rosanna Alaggio si laurea nel luglio del 1995 in Lettere Classiche presso l’Università degli Studi di Salerno, specializzandosi successivamente in Archeologia Medievale presso l’Università degli Studi del Salento. Dopo collaborazioni con varie Università, dall’ottobre del 2008 è professore associato nel ruolo dell’Università del Molise. Ha curato raccolte di documentari del XIII e XIV secolo relativi ad alcune grandi città del Regno di Sicilia (Le pergamene dell’Università di Taranto, Galatina 2004) e ha pubblicato diversi saggi riguardanti la storia della struttura fisica e dinamiche sociali e istituzionali delle principali città dell’Italia meridionale in epoca normanno-sveva (Brindisi, CISAM 2015; Saggi di Storia amalfitana, 2013). Dal 2017 è membro del Comitato scientifico della Fondazione MIdA, ha curato il progetto di cooperazione interregionale “I luoghi del silenzio. Itinerari del monachesimo italo-greco in Campania, Basilicata, Calabria”. Alla base di questo progetto c’è una importante attività di ricerca che ha dato origine alla mostra “Nelle Terre dei Principi. Monaci e comunità italo-greche nel Principato Longobardo di Salerno” e alla pubblicazione “Nelle Terre dei Principi”. Guida agli itinerari italo-greci nella Campania del Sud”.

Vi aspettiamo, quindi, con il prossimo appuntamento dei Dialoghi di Storia Online 2020 sulla pagina Facebook della Fondazione MIdA, oltre che sul sito www.fondazionemida.it.

Scarica il calendario dei Dialoghi di Storia Online 2020

Dialoghi di Storia online: quinto appuntamento

, ,

Giovedì 10 dicembre 2020 alle ore 18.00 saremo di nuovo in diretta con il quinto appuntamento dei Dialoghi di Storia 2020. Il professore Giovanni Cerchia, docente di Storia Contemporanea presso l’Università del Molise, parlerà di “La brigata ebraica e la campagna d’Italia“. Il seminario si concentrerà sulla brigata ebraica formata nel 1944, erede del Palestine Regiment nato in Nord-Africa per contrastare l’Africa Korps di Rommel. Nell’ottobre del 1944 la brigata ebraica arriva in Italia sul versante adriatico affiancando il X Corpo d’armata britannico, diventando parte integrante del più complessivo movimento di lotta al nazifascismo.

DdS 10 dicembre 2020

Giovanni Cerchia, laureato in Scienze Politiche a Napoli, ha conseguito il dottorato di ricerca a Milano nel 1997 e lavorato fino al 2002 presso l’Università degli Studi di Roma «La Sapienza». Dal 2005 è professore associato di Storia contemporanea presso l’Università degli Studi del Molise, dove è vicedirettore del Dipartimento di Economia e (dal novembre 2017) coordina il Dottorato in Innovazione e Gestione delle Risorse Pubbliche. Dal giugno 2004 al giugno 2006 ha coordinato la raccolta e il riordino del Fondo Pietro Ingrao presso Centro di iniziative e di studi per la Riforma dello Stato (CRS) di Roma, dirigendo poi lo stesso CRS fino al giugno del 2007. È membro del consiglio direttivo dell’Istituto campano per la Storia della Resistenza «Vera Lombardi». Dal novembre 2014 è inoltre componente del collegio dei referees per la peer review di «Scienze e Ricerche» — rivista promossa dall’Associazione Italiana del Libro; partecipa altresì al Comitato editoriale di «Nuovo meridionalismo online». Dal giugno 2017 è componente del Comitato di redazione della rivista «Italiani europei» e del Comitato di presidenza dell’omonima associazione. Nel marzo del 2019 è stato nominato direttore scientifico della Fondazione Giorgio Amendola. Le sue pubblicazioni principali sono dedicate alla storia della sinistra politica italiana nel Novecento e alle vicende della Seconda guerra mondiale nel Mezzogiorno d’Italia. 

Vi aspettiamo, quindi, con il prossimo appuntamento dei Dialoghi di Storia Online 2020 sulla pagina Facebook della Fondazione MIdA, oltre che sul sito www.fondazionemida.it.

Scarica il calendario dei Dialoghi di Storia Online 2020

Dialoghi di Storia online: quarto appuntamento

, ,

La terza edizione di Dialoghi di Storia online continua con il quarto appuntamento sabato 28 novembre 2020 alle ore 18.00. A farci compagnia sarà il Coordinatore dell’Osservatorio sul Doposisma, Stefano Ventura, che ci parlerà dei suoi studi, delle sue ricerche e della sua esperienza legata al sisma del 1980 con il seminario “Irpinia 1980-2020. Storia di una ricostruzione”

DdS 28 novembre 2020

Stefano Ventura (1980) insegna Italiano e Storia nelle scuole superiori. È curatore del focus “Sismografie” di Lavoro culturale e si è occupato della memoria e delle conseguenze storico-sociali del terremoto del 1980 in Campania e Basilicata e delle principali catastrofi naturali della storia italiana recente. Ha pubblicato, tra gli altri: “Non sembrava novembre quella sera” (Mephite, 2010), “Vogliamo viaggiare, non emigrare. Le cooperative femminili dopo il terremoto del 1980” (Edizioni di Officina Solidale, 2013) e ha curato, con Fabio Carnelli, “Oltre il rischio sismico. Valutare, comunicare e decidere oggi” (Carocci, 2015) e ad agosto 2020 ha curato “Terremoto 20+20. Ricordare per ricostruire” (Edizioni MIdA). È uscito da qualche settimana per Rubettino il suo ultimo libro “Storia di una ricostruzione. L’Irpinia dopo il terremoto.”

Il terremoto del 23 novembre 1980 ha diviso in due la storia di centinaia di migliaia di persone e di decine e decine di paesi e città. Il quarantennale è l’opportunità per tracciare un quadro complessivo degli eventi, dei problemi e delle storie individuali e collettive che hanno caratterizzato la ricostruzione successiva al sisma. La ricognizione affronterà vari percorsi; alcuni di questi sono più attenti a periodi definiti cronologicamente, ad esempio indagando la memoria dell’evento e il rapporto tra sopravvissuti,
trauma e forme del ricordo, oppure la gestione dell’emergenza, i soccorsi istituzionali e il ruolo del volontariato. Altri approfondimenti, dunque, riguarderanno il lungo periodo della ricostruzione attraverso alcuni temi come la politica a vari livelli amministrativi, la sfera urbanistica della ricostruzione e il quadro economico degli interventi per lo sviluppo, fino alle questioni più attuali della Strategie Nazionale per le Aree Interne e dello spopolamento dell’Appennino meridionale. La storia della ricostruzione sarà illustrata con il supporto delle voci dei protagonisti, dei dati e delle cifre, di alcuni casi esemplari e utili alla comprensione e ponendo interrogativi aperti a future ricerche e progetti.

Vi aspettiamo, quindi, con il prossimo appuntamento dei Dialoghi di Storia Online 2020 sulla pagina Facebook della Fondazione MIdA, oltre che sul sito www.fondazionemida.it.

Scarica il calendario dei Dialoghi di Storia Online 2020

Dialoghi di Storia online: terzo appuntamento

, ,

Continuano gli appuntamenti online della terza edizione di Dialoghi di Storia: venerdì 20 novembre 2020 alle ore 18.00 sarà quindi la volta del professor Roberto Parisi, professore associato di Storia dell’Architettura presso l’Università degli Studi del Molise. Il titolo del seminario è Piccole città senza storia. “Centri minori” e “aree interne” nell’Italia meridionale tra Ancien Régime e Prima Repubblica“.

Dialoghi di Storia_20 novembre 2020

Roberto Parisi ha svolto attività di ricerca presso enti pubblici e università in Italia e all’estero. Ha approfondito temi di storia dell’architettura, storia del paesaggio, storia urbana e di iconografia della città dell’età moderna e contemporanea, con particolare riguardo all’architettura di carattere produttivo e alle infrastrutture storiche del territorio. Già vicepresidente dell’Aipai (Associazione Italiana per il Patrimonio Archeologico Industriale), attualmente è membro del Comitato Scientifico sul Patrimonio dell’Architettura del XX secolo in seno a ICOMOS Italia, del Consiglio Scientifico del Centro Interdipartimentale di Iconografia della città europea dell’Università di Napoli “Federico II”, del Consiglio Direttivo dell’associazione nazionale RESpro (Rete di storici per i paesaggi della produzione). Fa parte del Comitato di Direzione della rivista OS. Opificio della storia, pubblicata in open access sulla piattaforma SHARE Riviste dell’Università di Napoli “Federico II”.

Il seminario, partendo dalle politiche e dalle azioni promosse nel corso dell’ultimo decennio per risolvere la profonda crisi socio-economica e culturale che investe i centri abitati dell’Italia interna, intende soffermarsi sui criteri che hanno orientato le pratiche di riconoscimento storico-testimoniale e di patrimonializzazione di borghi e paesi del Mezzogiorno interno dalle prime “Inchieste” pubblicate sull’einaudiana Storia dell’arte italiana fino alla più recente mostra documentaria sull’“Arcipelago Italia” esposta alla Biennale di Architettura di Venezia.

Vi aspettiamo, quindi, con il prossimo appuntamento dei Dialoghi di Storia Online 2020 sulla pagina Facebook della Fondazione MIdA, oltre che sul sito www.fondazionemida.it.

Scarica il calendario dei Dialoghi di Storia Online 2020

Dialoghi di Storia online, edizione 2020

, ,

Il primo appuntamento in diretta.


In questo difficile anno sono stati tanti i cambiamenti che ognuno di noi ha dovuto affrontare nella propria vita, e anche per la Fondazione MIdA molte cose sono cambiate e molte con forza e volontà si sono organizzate seguendo altri schemi, altre modalità. Tra queste l’iniziativa Dialoghi di Storia, che giunta alla sua terza edizione, diventa virtuale.

Dopo il successo del primo ciclo di seminari tenutisi nel 2018 e di una versione anche outdoor del 2019, i Dialoghi di Storia Online 2020, organizzati dalla Fondazione MIdA e curati dalla professoressa Rosanna Alaggio, affronteranno, grazie a esponenti del mondo accademico, vari periodi storici, con uno sguardo sempre attento al futuro, alle vocazioni e all’identità del nostro territorio.

Calendario Dialoghi di Storia 2020

Si parte il 20 ottobre 2020 alle ore 18.00 con la dottoressa Adele Lagi, Responsabile Area archeologia Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio di Salerno e Avellino, nonché Direttore del Museo Archeologico Nazionale “M. Gigante” e del Parco Archeologico di Buccino, e il seminario dal titolo “La pietra di roccia: terremoto, archeologia urbana e storia di una città”.

Adele Lagi_20 ottobre 2020

Di seguito un breve abstract del suo intervento:

La Soprintendenza Archeologica di Salerno Avellino e Benevento diede inizio ad un intervento di tutela a Buccino, dai giorni immediatamente successivi al disastroso evento sismico del novembre 1980, nell’area di S. Stefano dove, a seguito di uno sbancamento per la collocazione di prefabbricati per i senzatetto, era emersa una vasta area di necropoli con tombe databili tra il VII e il IV secolo a.C. Questo fu solo l’inizio di un’opera di tutela messa in atto mediante il controllo di tutte le attività di ricostruzione. In particolare tale attività si concentrò nel centro storico che, come era già noto dalle fonti, corrispondeva all’antica città di Volcei. Fu individuata e messa in atto una strategia di archeologia urbana che ha portato alla realizzazione di un parco archeologico urbano nel centro storico e che, insieme all’indagine archeologica nel territorio, ha permesso la progettazione di un Parco diffuso sul territorio e del Museo archeologico di Volcei e del territorio. Il presente intervento, oltre a esporre i risultati dell’azione di tutela messa in atto, vuole illustrare gli aspetti tecnici, scientifici e decisionali che sono stati alla base di tali risultati.

Vi aspettiamo, quindi, con il primo appuntamento dei Dialoghi di Storia Online 2020 sulla pagina Facebook della Fondazione MIdA, oltre che sul sito www.fondazionemida.it.

Scarica il calendario dei Dialoghi di Storia Online 2020

Interessante convegno sulla strategia delle aree interne a Paestum

, ,

Domenica 17 Novembre 2019 durante la Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico si è tenuto un interessante dibattito sul tema “Itinerari Culturali e Strategie per uno Sviluppo Turistico delle Aree Interne”, prendendo come punto di partenza per le riflessioni di tutti i relatori la pubblicazione della Fondazione MIdA Nelle Terre dei Principi. Guida agli itinerari italo-greci nell’Italia Meridionale.

All’incontro hanno preso parte la professoressa Rosanna Alaggio, coordinatrice del protocollo di intesa per la realizzazione del progetto di cooperazione interregionale “I luoghi del Silenzio. Itinerari del monachesimo italo-greco in Campania, Basilicata e Calabria” e Rossano Pazzagli, del Centro di Ricerca Aree Interne e Appennini, che con il suo intervento sulle buone pratiche realizzate nelle aree interne di tutta Italia, ha entusiasmato la platea. Siamo lieti, infatti, di poter far scaricare liberamente qui la presentazione del suo intervento.

Fattivi e propositivi gli interventi di Claudio Bocci, Direttore Federculture, e di Giovanna Barni, Presidente Culturmedia Legacoop, con i quali nei prossimi mesi si potranno instaurare collaborazioni proficue.

A chiudere il convegno, coordinato dal giornalista Marco Panara, le considerazioni dell’Assessore allo Sviluppo e Promozione del Territorio della Regione Campania, Corrado Matera.

“Nelle Terre dei Principi” alla BMTA

, ,

Domenica 17 Novembre 2019, dalle ore 10:00 alle ore 12:00, durante la BMTA (Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico) si terrà un interessante dibattito sul tema “Itinerari Culturali e Strategie per uno Sviluppo Turistico delle Aree Interne”. L’obiettivo è quello di creare un’occasione di confronto e condivisione tra alcuni dei maggiori esperti di turismo in occasione della presentazione della guida “Nelle Terre dei Principi”. Rappresentanti istituzionali e amministrazioni locali, infatti, discuteranno sul contributo che le strategie di un’offerta turistica culturale possono dare allo sviluppo delle cosiddette “Aree interne”.

Nello specifico, si parlerà della guida “Nelle Terre dei Principi. Guida agli Itinerari italo-greci in Campania” come esempio di turismo culturale legato al fenomeno del monachesimo italo-greco.

I relatori

All’incontro, che si terrà presso il Centro Espositivo Savoy Hotel di Paestum (SA), prenderanno parte la professoressa Rosanna Alaggio e Rossano Pazzagli, del Centro di Ricerca Aree Interne e Appennini, entrambi dell’Università Del Molise. Interverranno, inoltre, Andrea Cozzolino, Parlamentare Europeo, Corrado Matera, Assessore al Turismo della Regione Campania e Michele Strianese, Presidente della Provincia di Salerno. Oltre a loro, ci saranno Tommaso Pellegrino, Presidente del PNCVDA, Rosanna Romano, Direttore Generale Politiche Culturali e Turismo della Regione Campania, Claudio Bocci, Direttore Federculture e Giovanna Barni, Presidente Culturmedia Legacoop.

Parteciperanno, inoltre, i Sindaci dei Comuni della Basilicata, Calabria e Campania firmatari del protocollo d’intesa interregionale. È stato invitato il Ministro per il Sud, Giuseppe Provenzano.

Coordinerà il giornalista Marco Panara.

La Fondazione MIdA alla “3 Giorni per la Scuola”

, ,

Dal 29 al 31 ottobre 2019 si è tenuta a Napoli, a Città della Scienza, “3 Giorni per la Scuola“, Convention Nazionale dedicata al mondo della Scuola. Promossa dalla Fondazione Idis-Città della Scienza in accordo con il MIUR, l’Assessorato all’Istruzione della Regione Campania e USR per la Campania, ha visto quest’anno un’affluenza importante. Circa 8000 persone hanno, infatti, affollato gli spazi della cittadella scientifica, venendo in contatto con multiformi realtà. Musei, tour operator, start-up innovative e mondo della scuola si sono incontrati attraverso workshop, stand e seminari, per questa tre giorni dal forte significato culturale. Un appuntamento importante, in cui i protagonisti sono stati i ragazzi.

https://www.flickr.com/photos/cittadellascienza/48991014667/in/album-72157711581339648

Lo stand della Fondazione MIdA

Le Grotte di Pertosa-Auletta hanno partecipato con un proprio stand, e numerosi sono stati i riscontri positivi. Tanti docenti, ragazzi e tour operator si sono avvicinati, incuriositi dalle foto e desiderosi di approfondire la reciproca conoscenza. Nel chiacchierare è emerso che tantissimi di loro ben conoscevano la realtà educativa della Fondazione MIdA, ed erano felici di ritrovarla ad una convention così importante. Si sono consolidate vecchie relazioni e se ne sono costruite di nuove, sulla base di una proposta altamente didattica che tutti hanno mostrato di apprezzare.

Didattica per studenti

La proposta formativa e l’abbinata Musei-Grotte-Laboratori proposta dalla Fondazione ha suscitato molto interesse. Temi come l’ambiente e la biodiversità, infatti, si comprendono meglio se veicolati attraverso attività teoriche ed esperimenti pratici. Chi, invece, non era informato delle attività della Fondazione ne è rimasto colpito.

Una consolidata manifestazione, insomma, che favorisce sempre esperienze bellissime.