La FAO premia il Museo del Suolo

,

Ieri 5 dicembre 2019 in occasione della Giornata Mondiale del Suolo, istituita nel 2013 dalla FAO, il presidente Francescantonio D’Orilia ha partecipato all’evento ufficiale tenutosi a Roma allo Sheikh Zayed Centre. Il Worl Soil Day nasce con l’obiettivo di promuovere un partenariato globale nella lotta alla protezione del suolo e ad un suo utilizzo sostenibile. L’evento, promosso a livello mondiale, è uno strumento per informare la popolazione mondiale sul ruolo essenziale che il suolo svolge nella vita di tutti i giorni dalla produzione alimentare alla fornitura di acqua, dalla regolazione del clima alla salvaguardia degli ecosistemi e della biodiversità. La campagna 2019 ha come slogan Stop soil erosion, Save our future vuole ulteriormente sensibilizzare sull’importanza di sostenere ecosistemi sani, incoraggiando governi, organizzazioni, comunità e individui in tutto il mondo a impegnarsi nel miglioramento della salute del suolo.

Il presidente della Fondazione MIdA ha incontrato Maria Helena Semedo, Direttore Generale del Dipartimento Clima e Risorse Naturali, Eduardo Mansur, direttore della Divisione Terra e acqua, Thanawat Tiensin, Rappresentante della Thailandia nella FAO, ma soprattutto ha incontrato Ronald Vargas, Segretario del Global Soil Partnership, Dipartimento Terra e Acqua.

Ronald Vargas ha consegnato per il Museo del Suolo l’opera d’arte “Il mondo di Carta”. L’opera, un omaggio al Maestro Michelangelo Pistoletto, rientra nelle attività di comunicazione del Global Soil Partnership di unire scienza e arte: è un mondo di cartapesta, supportato da una colonna di terra che si sgretola, proprio a mostrare quanto delicato sia il nostro Pianeta ed il suolo.

Il Museo del Suolo, attraverso strumenti tradizionali ed innovativi, vuole far conoscere alle numerose scolaresche che lo visitano la straordinaria risorsa che è il suolo e il “Mondo di Carta” sarà, così come auspicato dalla FAO, un ulteriore strumento divulgativo e didattico, nonché uno stimolo per la Fondazione a mettere in campo sempre più attività di ricerca e di divulgazione. La Fondazione, infatti, ha messo in campo negli anni varie attività di ricerca sull’agricoltura, sull’uso delle piante per tingere i tessuti, e ha supportato la raccolta firme People4Soil, così come l’anno scorso ha realizzato un video con i bambini delle Scuole Elementari di Auletta e Pertosa.

La giornata di ieri è stata ricca di riflessioni e spunti e si è conclusa con un momento di speranza e allegria con i bambini del Coro di Piazza Vittorio.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *